D-mannose and diabetes
Reading Time: 2 minutes

Gli zuccheri aggiunti hanno una cattiva reputazione. Inoltre, grazie ad uno studio è stato possibile stabilire se si possono trarre benefici, esaminando la relazione tra D-mannosio e diabete.

Lo zucchero svolge un ruolo importante nel corpo per la produzione e lo stoccaggio dell’energia, così come per mantenere la regolamentazione in ogni cellula del vostro corpo. Tuttavia, una ricerca rapida su Google sugli zuccheri aggiunti darà un gran numero di collegamenti sugli effetti nocivi dello zucchero aggiunto nella vostra dieta alimentare. È vero che gli zuccheri aggiunti non contengono micronutrienti, sono dannosi per il fegato e possono portare alla resistenza all’insulina, al diabete di tipo 2 e all’obesità. A causa di queste funzioni patogene dello zucchero aggiunto, i dietologi suggeriscono una riduzione dello zucchero aggiunto e consigliano il consumo degli zuccheri più naturali, come quelli presenti nelle piante e frutte.

Inoltre, un nuovo studio condotto dal Dott. Wanjun Chen suggerisce che ci potrebbe essere una sola eccezzione a questa regola. Usando un modello di diabete autoimmune del topo, hanno scoperto che il D-mannosio, un epimero del glucosio che si verifica nelle piante e nei frutti, può sopprimere il diabete di tipo 1 e l’infiammazione polmonare asmatica. In questo studio, hanno integrato delle piccole quantità di D-mannosio nell’acqua potabile dei topi diabetici, prima che questi ultimi manifestassero dei sintomi. Sorprendentemente, questo ha impedito lo sviluppo del diabete in questi topi, mentre quelli che avevano bevuto regolarmente l’acqua si sono ammalati. In aggiunta, l’integrazione di D-mannosio nell’acqua potabile ha anche impedito l’infiammazione delle vie respiratorie nei polmoni dei topi asmatici.

Questo gruppo ha poi dimostrato che il D-mannosio aumenta la produzione dei Linfociti T regolatori, ossia un gruppo di cellule che modulano il sistema immunitario e prevengono la malattia autoimmune. Il D-mannosio,a sua volta, elimina le infiammazioni nei topi e impedisce lo sviluppo delle malattie autoimmuni come il diabete o l’asma. Significativamente, é stato dimostrato che anche fisiologicamente i bassi livelli di D-mannosio, i quali non avrebbero avuto effetti dannosi sul fegato umano, hanno stimolato la produzione di questi Linfociti T regolatori. Queti risultati sono stati recentemente discussi in un numero di Cell and Bioscience.

Per concludere, grazie a questo studio è stato scoperto che il D-mannosio è uno zucchero “sano” o “buono”, il quale può essere un buon integratore alimentare. La relazione scoperta tra il D-mannosio ed il diabete indica che può essere usato per prevenire ed eliminare il numero di allergie e malattie autoimmuni senza qualsiasi effetto indesiderato sulle persone.  Tuttavia, anche se questi studi sono così promettenti, devono essere richiesti degli esami clinici per confermare la sicurezza e la tolleranza del D-mannosio sulle persone.

 

Scitto da Neeti Vashi, BSc
Tradotto in italiano

Riferimenti bibliografici:

Shi Y and Yin D. A good sugar, D-mannose, suppresses autoimmune diabetes. Cell Biosci. 25 September 2017.

Facebook Comments

How much did this article help your understanding of this health condition?

0 1 2 3 4 5