chamomile

Una mancanza di sonno può interferire con il proprio benessere fisico, mentale, sociale ed emotivo. I ricercatori hanno recentemente studiato se l’integrazione con estratto di camomilla sia efficace nel ridurre l’insonnia negli anziani.

 

La difficoltà di andare a dormire o rimanere addormentati può causare gravi disturbi durante la notte. Questo disturbo nel sonno, noto come insonnia, può portare a condizioni croniche che possono influenzare la salute e lo stile di vita generale. Il rischio di insonnia aumenta con l’età e l’insonnia è comune in coloro che risiedono in una casa di riposo. Ad esempio, a Teheran, in Iran, uno studio ha riportato che l’88,4% dei residenti in case di riposo soffre di disturbi del sonno; tra i quali i più comuni di insonnia e insonnia. L’insonnia primaria comporta un’esperienza di problemi del sonno i quali non sono direttamente associati a problemi o condizioni di salute. L’insonnia secondaria è classificata come qualcuno che ha problemi di sonno a causa di una condizione medica come bruciore di stomaco, cambiamenti ormonali, depressione, asma o cancro.

Qualsiasi disturbo continuo del sonno può portare a sensazioni di disturbo mentale e fisico, sonno lenza diurna e letargia. L’insonnia può essere gestita attraverso la terapia comportamentale, cognitiva e farmacologica. Più recentemente, le terapie tradizionali e a base di erbe sono state utilizzate per combattere gli effetti di questa condizione. Coltivata in Europa occidentale, in India e in Asia occidentale, la medicina tradizionale iraniana usa la camomilla come un ipnotico e tranquillante. Come pianta medicinale, la camomilla è un agente delicato usato per sedare, trattare l’ansia e favorire il sonno. Pertanto, uno studio per valutare gli effetti dell’estratto di camomilla sulla qualità del sonno nelle persone anziane sembrava essere adatto per coloro che risiedevano nel Repubblica Islamica dell’Iran. I risultati dello studio sono stati di recente pubblicati sulla rivistaComplementary Therapies in Medicine. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29154054

Il Centro di ricerca del Trauma Infermieristico di Kashan Iran ha condotto uno studio randomizzato, in singolo cieco, con 86 maschi e 109 femmine di 60 anni di età residenti in una casa di riposo a Karaj, in Iran. Lo studio è stato costituito da due gruppi di trattamento, i quali hanno ricevuto 200 mg di capsule di estratto di camomilla e 200 mg di capsule di farina di grano due volte al giorno per 28 giorni consecutivi. La qualità del sonno dei partecipanti è stata valutata utilizzando l’indice di qualità del sonno di Pittsburgh; immediatamente prima, due settimane dopo l’inizio, immediatamente dopo il completamento e due settimane dopo il completamento dell’intervento.

Nonostante la qualità del sonno fosse inizialmente bassa in entrambi i gruppi e non mostrasse un significato statistico tra i gruppi, dopo il periodo di intervento, la qualità del sonno nel gruppo dell’estratto di camomilla riscontrò miglioramenti significativi rispetto a quello che consumava la capsula di farina di grano. Con queste nuove scoperte, si puo’ affermare che l’estratto di camomilla può migliorare significativamente la qualità del sonno e promuovere una buona qualità del sonno per gli anziani che soffrono di insonnia.

 

Scritto da Viola Lanier, PhD, MSc
Tradotto da Francesco Faieta

Riferimenti bibliografici: Adib-Hajbaghery, Mohsen e Seyedeh Nesa Mousavi. “The effects of chamomile extract on sleep quality among elderly people: A clinical trial.” Complementary therapies in medicine35 (2017): 109-114.

Facebook Comments