dietary supplement use

Circa il 50% della popolazione adulta degli Stati Uniti, specialmente gli anziani, usa integratori alimentari per migliorare la loro salute e benessere. Un recente studio ha esaminato le consequenze dell’uso degli integratori alimentari sui risultati sanitari degli anziani.

Problemi finanziari, sociali e  salutari che interessano gli anziani oltre i 60 anni di età possono portare a cattive abitudini alimentari, le quali, spesso, coincidono con il peggioramento delle condizioni di salute. Per questo motivo, molti anziani utilizzano integratori alimentari per aiutare a soddisfare l’assunzione nutrizionale raccomandata di vari micronutrienti. Eppure, questo utilizzo può presentare seri problemi di salute. Le sostanze nutrienti degli integratori possono causare un eccesso dei livelli massimi tollerabili di assunzione raccomandati, dato che molti alimenti sono già ricchi di micronutrienti. Inoltre, se assunte insieme ai farmaci con prescrizione possono causare effetti indesiderati alla salute dovuti alla loro interazione. È per queste ragioni che l’uso dell’integratore alimentare dovrebbe essere controllato. Tuttavia, le informazioni per quanto riguarda il suo uso, in genere, non sono condivise con gli operatori sanitari.

In un recente studio pubblicato su The Journal of Nutrition, i ricercatori hanno esaminato il motivo per il quale c’è un uso così elevato degli integratori alimentari tra gli anziani negli USA e se in questi particolari sottogruppi c’è una maggiore tendenza all’uso. Questi ricercatori hanno considerato come i diversi fattori demografici (sesso, età, etnia, educazione, reddito), stile di vita (attività fisica, tabagismo, consumo alcolico) e fattori salutari (salute e condizione assicurativa, farmaci di prescrizione presi negli ultimi 30 giorni) hanno influenzato l’uso degli integratori alimentari in un gruppo di 3.469 adulti con un etá a partire dai 60 anni in su. Inoltre, sono state valutate la frequenza e la motivazione relative all’uso degli integratori alimentari in un periodo di 30 giorni.

In un questo periodo, una proporzione elevata (70%) di persone anziane ha usato almeno un integratore, pricipalmente sotto forma di multivitamine o minerali, vitamine D o B ed acidi grassi omega-3. La maggior parte (più di 79%) li ha usati quotidianamente. Una proporzione elevata di persone ha consumato gli integratori alimentari mentre usava più di 3 farmaci con prescrizione (73%). In generale, le donne avevano maggiori probabilità di consumare più integratori alimentari rispetto agli uomini.

In particolare, sono state le persone provenienti da ambienti socioeconomici meno vantaggiosi, con cattive abitudini salutari ed uno stile di vita non buono ad avere meno probabilità di utilizzare gli integratori alimentari, nonostante ne avrebbero ottenuto il massimo beneficio. Coloro che erano più propensi ad usare gli integratori, persone di età superiore ai 70 anni di provenienza bianca non ispanica e asiática, tendevano ad usare gli integratori per migliorare e mantenere la salute, piuttosto che integrare la loro dieta.

Uno dei problemi principali legati all’uso dell’integratore alimentare è che molte persone che prendono usano i farmaci con prescrizione senza un’orientazione medica. Considerando l’amplia proporzione di persone che usano contemporaneamente farmaci con prescrizione ed integratori alimentari, non può essere sottovalutata l’importanza di avere professionisti sanitari che ne controllino l’uso. Inoltre, è stato scoperto che molte persone usano gli integratori alimentari per motivi di salute anziché dietetici. Pertanto, tralasciando il fatto che i cibi che consumano sono anche ricchi di micronutrienti, li stanno prendendo come integratori, rischiando, così, un superamento dei livelli di assunzione massimi tollerabili. Alla luce di tutto ciò, i ricercatori raccomandano un riesame delle formulazioni delle multivitamine e minerali progettate per integrare la dieta degli adulti per evitare di consumare sostanze nutritive in quantità eccessive.

 

Scritto da Natasha Tetlow, PhD
Tradotto in italiano

Riferimenti bibliografici:

Gahche JJ, Bailey RL, Potischman N, et al. Dietary supplement use was very high among older adults in the United States in 2011-2014. J Nutr. 2017. Disponibile in: doi.10.3945/jn.117.255984.

Facebook Comments