chronic tension-type headaches

Un nuovo studio pubblicato su Headache: The Journal of Head and Face Pain ha esaminato l’interrelazione possibile della cefalea di tipo tensivo cronica ed i livelli di vitamina D nel siero sanguigno.

Le osservazioni e gli studi precedenti hanno suggerito una correlazione tra il dolore cronico e la carenza di vitamina D. Più recentemente, è stato speculato che alcuni disturbi da cefalea — in particolare, emicrania e cefalea di tipo tensivo—possono essere attribuiti ai bassi livelli di vitamina D. Questo è dovuto al fatto che fattori muscolari sono molto importanti nella generazione della cefalea di tipo tensivo (CTT), come dimostrato dalle ricerche precedenti. Inoltre, la vitamina D svolge un ruolo significativo nel mantenimento della salute ossea e muscolare. Infatti, degli studi epidemiologici suggeriscono una forte correlazione tra i bassi livelli di vitamina D ed il dolore muscolo-scheletrico cronico. Di conseguenza, è stata ipotizzata una relazione simile tra i bassi livelli di vitamina D e la cefalea di tipo tensivo cronica. Attraverso un recente studio caso-controllo é stato ulteriormente indagato questo tema. Oltretutto, i suoi risultati sono molto promettenti per chi soffre di cefalea di tipo tensivo cronica (CTTC).

Lo studio, pubblicato su Headache: The Journal of Head and Face Pain è ha avuto luogo in una clinica ambulatoria neurologica di un grande ospedale tra il febbraio del 2015 e l’ottobre del 2016, nel quale hanno partecipato cento pazienti adulti con CTTC e cento pazienti sani partecipanti al gruppo di controllo. Le valutazioni cliniche consistevano in interviste faccia a faccia con l’aiuto di un questionario strutturato, seguito da dettagliati esami fisici e neurologici. Inoltre, tutti i partecipanti sono stati sottoposti ad un esame di risonanza magnetica (MRI) del cervello al fine di escludere altre condizioni e patologie anormale. Infine, sono stati eseguiti i test biochimici di routine e, inoltre, sono stati valutati i livelli di vitamina D dal siero sanguigno dei partecipanti.

I risultati hanno indicato che i livelli della vitamina D del siero erano significativamente più bassi nei pazienti affetti da cefalea di tipo tensivo cronica (CTTC) che in quelli dei pazienti dello studio controllo. Inoltre, la mancanza della vitamina D era più comune nei pazienti con cefalea di tipo tensivo cronica (CTTC), che hanno dimostrato ulteriormente una prevalenza significativa del dolore muscolo-scheletrico, della debolezza muscolare, della sensibilità muscolare e ossea rispetto al gruppo di controllo.

I ricercatori sono arrivati alla conclusione che i bassi livelli di vitamina D nel siero sanguigno erano effettivamente associati alla cefalea di tipo tensivo cronica (CTTC). Tuttavia, loro ci ricordano che alcune limitazioni inerenti al loro studio possono limitare il modo in cui questi risultati possono essere generalizzati. L’aspetto clinico di questo studio può renderlo più rappresentativo esclusivamente nei casi più gravi di cefalea di tipo tensivo cronica (CTTC). Inoltre, i ricercatori sottolineano che i livelli di vitamina D possono variare a causa di una miriade di fattori, tra cui la latitudine. Come tali, i risultati di questo studio possono subire delle variazioni a seconda della posizione geografica.

In generale, mentre questi risultati sono promettenti, ulteriori studi di intervento sono tenuti a verificare se la supplementazione di vitamina D è utile ai pazienti affetti dalla cefalea di tipo tensivo cronica. Dovuto all’alta prevalenza della carenza di vitamina D nella popolazione in generale, la ricerca su questo tema potrebbe avere molte implicazioni sulla salute pubblica e sui risultati clinici.

Scritto da: Rebecca Yu
Tradotto in italiano

Riferimenti bibliografici: Prakash, S., Rathore, C., Makwana, P., Dave, A., Joshi, H. and Parekh, H. (2017), Vitamin D Deficiency in Patients With Chronic Tension-Type Headache: A Case-Control Study. Headache: The Journal of Head and Face Pain, 57: 1096–1108. doi:10.1111/head.13096

Facebook Comments

How much did this article help your understanding of this health condition?

0 1 2 3 4 5